LAMEZIA TERME .::. Lameziaweb.biz, il Portale della città di Lamezia Terme, Calabria
Il portale della città di Lamezia Terme
essellework - vestiamo chi lavora...



Lamezia Terme

17 aprile 2014
 

Presentata con successo al Parco dei Principi la commedia ” U figghiu masculu”

Altri articoli da »
Scritto da: Lina Latelli Nucifero
Foto di scena U figghiu masculu

Ancora grande partecipazione di pubblico per il penultimo appuntamento della prima rassegna teatrale estiva in vernacolo,  che si sta svolgendo al residence ‘”Parco dei Principi’” di  Gizzeria Lido, per la commedia  ” U figghiu masculu” di Pippo Scammacca  e per la regia di Pasquale Caligiuri. La commedia, imperniata sui conflitti familiari, ha  toccato  i vari temi sociali facendo leva su una  pungente ironia e a volte su un sottile  sarcasmo, regalando in tal modo ai numerosi spettatori presenti  momenti di intensa ilarità e comicità intercalati da continui applausi. È stata raccontata una storia semplice dagli attori che hanno interpretato  i componenti dell’umile  famiglia Musumeci e due amici. Il nucleo familiare, composto da Saru, la moglie N’zina  e dai figli Carmela e Lucio, ha assunto un colorito particolare per la dominante ignoranza dei genitori, entrambi analfabeti, semplici  e alquanto sciocchi,  ma in possesso  di alti valori. Accanto a loro  la figlia  che invece è mentalmente più aperta e  il figlio, che oltre ad essere tonto, è anche attratto dai suoi due amici, simili a lui. I tre giovani  amano l’ arte della recitazione e per questo, convinti di essere bravi,  si riuniscono nella casa di Lucio  dove si esercitano in diverse prove al fine di preparare uno spettacolo da proporre ad un’agenzia teatrale. Ad un certo punto dell’evolversi della storia, nasce un equivoco tra il  medico di famiglia, la dottoressa  Chiarenza e la signora N’zina  creando  una situazione paradossale ed incerta.  Infatti i genitori sospettano, a causa della loro ingenuità ed ignoranza, che “U figghiu masculu’” Lucio sia addirittura in dolce attesa e che lo “sgarro” sia avvenuto ad opera dei suoi due amici “tracandali” come lui. L’ingarbugliata vicenda , dopo varie vicissitudini,  si chiarisce e precisamente nel momento in cui  i genitori scoprono che non è Lucio in stato di gravidanza ma la figlia Teresa. Grande è la gioia per i genitori nell’ apprendere   questo evento che condurrà Teresa al matrimonio riparatore con l’ amato Mario, gioia che raggiunge il culmine quando nasce un figlio maschio, tanto desiderato.  Verso l’ epilogo della commedia i tre “tracandali “ riescono a realizzare il loro sogno di attori esibendosi in uno spettacolo nel quale  interpretano le sorelle bandiera dimostrando di avere  un certo  talento.

Molto apprezzati dal pubblico, per la loro ottima performance, tutti gli attori interpreti della commedia brillante e precisamente  gN’zina (Rosetta Torchia), Saru (Pasquale Caligiuri), Carmela (Veruska Pingitore), Lucio (Marco Torchia), Nenè (Federico Scalise), Fofò (Cristiano Torchia), 1° Testimone di Geova (Ornella Mazzei), 2° Testimone di Geova (Rossana Mazza), Serafino (Lucio Torchia), dottoressa Chiarenza (Rosamaria D’Amico), Nina (Ornella Mazzei) e Grazia (Rossana Mazza).  Dopo quest’ultimo successo della compagnia teatrale di Miglierina, che ha portato appuno in scena la commedia “U Figghjiu Masculu”, la prima rassegna teatrale in vernacolo “Estate al Parco dei Principi” giunge al termine. L’ultima serata in programma è prevista per domenica 19 Agosto, alle ore 21, con la presentazione, da parte della stessa associazione teatrale “I Vacantusi”,  della commedia “Na jurnata ‘ntra ruga”, di natura  comico – satirica in due atti, scritta e diretta da Alfonso Morelli. L’ ingresso è gratuito.

Lina Latelli Nucifero

 Il Quotidiano



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>