LameziaWeb
   
 
 
 
 
Le priorità per lo sviluppo del paese
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 2378 volte  
 
PIANOPOLI - Partecipazione alla vita pubblica e politica, centralità della persona e miglioramento della qualità della vita. Sono i punti cardini del programma politico della lista civica "Serrastretta il mio paese", presentati all'elettorato nei giorni scorsi dalla candidata a sindaco Miranda Francesca Aiello.
«Il comune – ha detto l'aspirante primo cittadino – deve essere la casa dei cittadini aperta al contributo di tutti, senza pregiudizi di sorta, perché siamo convinti che il cuore, l'essenza della democrazia sono il confronto ed il dialogo. Solo attraverso questi strumenti è possibile cercare ed infine adottare le soluzioni più adeguate.
La casa di tutti - ha aggiunto la candidata a sindaco di Serrastretta Miranda Francesca Aiello - non può essere vissuta come luogo di grigia burocrazia ma, piuttosto, come volano per la crescita complessiva, luogo di coordinamento, di promozione e di stimolo, punto di riferimento».
Il miglioramento della qualità della vita, fortemente connesso con la centralità della persona nelle sue varie declinazioni (ragazzi, giovani, anziani, lavoratori, disoccupati), pone fondamentale importanza nella promozione. Che include lo sviluppo sociale e culturale, proteso al rafforzamento di una comune e forte identità, e lo sviluppo economico, realizzabile da una sana programmazione e valorizzazione delle vocazioni territoriali (agricola, artigianale, manifatturiera).
«Il nostro programma – ha spiegato fra l'altro Miranda Francesca Aiello nell'illustrare le sue idee – non vuole essere un elenco di problemi o di progetti irrealizzabili, ma piuttosto una prima individuazione di priorità su cui è necessario e possibile intervenire, individuate con uno dei criteri cui ci ispiriamo, che è la concretezza».
Nel piano degli interventi le linee portanti, aggregate per macro aree (ambiente e territorio, viabilità e opere pubbliche, cultura e tradizioni, arti e mestieri, sviluppo e socialità, gestione di servizi comunali e innovazione), sono state determinate alla fine di un lungo percorso, mosso da entusiasmo, dedizione, passione e interesse per la politica.
Il capolista Miranda Francesca Aiello ha infine puntualizzato che la «Serrastretta il mio paese è un'aggregazione di persone di diversa provenienza che hanno scelto di preferire una politica dettata dal senso pratico e dalla concretezza, che guarda ai fatti reali anziché alle appartenenze, partendo dal reciproco riconoscimento e da valori condivisi.
Un gruppo coeso - ha precisato ancora la candidata - di persone fortemente motivate e credibili che mettono a disposizione della collettività le proprie esperienze, competenze e capacità, il proprio tempo, con umiltà e spirito di servizio nella convinzione di potere e dovere contribuire alla crescita culturale, politica e sociale del nostro paese».
I candidati si sono impegnati ad esercitare le loro funzioni nel pieno rispetto delle norme contenute nel "codice etico", che vuole essere una sollecitazione ed un richiamo a principi morali imperativi ed a modalità comportamentali che gli eletti osserveranno nella convinzione di voler lasciare segni positivi attraverso il proprio operato.
 
Fonte: gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dal Lametino
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb