LameziaWeb
   
 
 
 
 
Invariate Ici (0,6%) e Irpef (0,4%)
  Stampa Invia ad un amico Commenta nel Forum Articolo Letto 1418 volte  
 
SAN PIETRO A MAIDA - Lunga seduta del consiglio comunale a San Pietro a Maida. L'aula ha approvato piuttosto celermente, in apertura di seduta, alcuni dei primi punti: la determinazione aliquote Ici e le possibili detrazioni, l'addizionale Irpef con la conferma delle aliquote dell'anno scorso. L'Ici per le seconde case è dello 0,6%, con la detrazione per i residenti all'estero di 103 euro; l'addizionale Irpef resta allo 0,4%.
Sì al piano di alienazione e valorizzazione dei beni mobili non strumentali e al programma per l'affidamento di incarichi di collaborazione autonoma.
Viabilità, edilizia scolastica, impianti sportivi, edilizia di culto, sociale, ambiente, risparmio energetico, recupero e riqualificazione del centro storico, rete idrica sono le principali tipologie d'intervento previste dal Piano triennale delle opere pubbliche, sui quali ha relazionato l'assessore ai Lavori pubblici Francesco Procopio. Il Piano è stato approvato dal consiglio con il voto contrario della minoranza.
L'assessore Procopio ha sottolineato soddisfatto l'importanza di alcune opere pubbliche considerate «strategiche», facendo presente che a breve partiranno i lavori per l'asilo nido con un finanziamento regionale di 230 mila euro. Ha messo al corrente i presenti della comunicazione di altri contributi della Regione per 125 mila euro per la realizzazione di un impianto solare fotovoltaico sul tetto della scuola elementare, e di un finanziamento con i Fas (fondi aree sottoutilizzate) di 700 mila euro per interventi su rischio idrogeologico nel centro urbano, in prossimità del Torrente Nocelle.
Lo stesso esponente della giunta ha parlato «dell'aspetto nuovo e più vivibile che si sta dando al paese, con i lavori in corso sia nella villa comunale con annesso parco giochi, sia del Corso Sgrò che diventerà il centro nevralgico del paese.
Sull'argomento il consigliere d'opposizione Andrea Davoli, dichiarando il suo voto contrario, ha posto l'accento sul fatto che sarebbe più necessario intervenire sul problema del servizio di raccolta dei rifiuti anzichè riammodernare Corso Sgrò.
Gli ha replicato il sindaco Pietro Putame, evidenziando che del problema dello smaltimento dei rifiuti si sta occupando l'Unione dei Comuni "Monte Contessa", ribadendo che tra l'altro è stato approvato e finanziato il progetto per la raccolta differenziata porta a porta insieme ai comuni di Curinga e Jacurso, oltre all'idea di prossima discussione di un progetto per lo smaltimento dell'umido (avanzi di cucina e altro) che è il problema più evidente.
Dal canto suo, l'altro consigliere di minoranza Giovanni Davoli, dichiarando il voto contrario all'approvazione del Piano triennale, ha evidenziato che per quanto riguarda il suo gruppo sarebbe stato più opportuno non iniziare i lavori sul corso.
Altro argomento di discussione è stato l'approvazione del regolamento comunale che disciplina la concessione di passi carrabili. Il presidente del consiglio comunale Pietro Gullo ha evidenziato la necessità di questo regolamento viste le richieste di molti cittadini.
Si è poi passati all'approvazione del bilancio di previsione sul quale ha relazionato l'assessore Francesco Calisto illustrando con puntigliosità le voci presenti nel documento.
L'aula all'unanimità ha scelto l'adesione all'iniziativa promossa dalla presidenza del consiglio re
 
Fonte: gazzettadelsud.it |Archivio Notizie dal Lametino
 
 
© 2001 www.lameziaweb.biz |Terms of use |Privacy Policy |Scrivi alla Redazione |Segnala un errore |Studio Grafico Fradaweb